Eco block and tiles, la plastica dalla discarica ai tetti delle case

Written by | Ambiente, News, Plastica, Riciclo

Eco blocks and tiles è la startup kenyota fondata nella città di Gilgil da due scienziati ambientali e che, nel primo anno di attività, ha venduto più di 50.000 tegole per rivestire i tetti ottenute dal riciclo di circa 50 tonnellate di rifiuti di plastica.
L’idea è partita da Hope Mwanake, giovane impegnata nella raccolta dei rifiuti nella cittadina ad un centinaio di chilometri da Nairobi, che ha deciso di trovare una destinazione alternativa alla discarica per i rifiuti di plastica.

Un perfetto esempio di economia circolare: in Kenya, secondo alcune stime, oggi si producono oltre 3 milioni di tonnellate di rifiuti l’anno (oltre 270.000 di sola plastica), di cui solo l’8% viene riciclato.
La startup africana ha da poco vinto il Lead2030, fondo che investe in tutte quelle giovani realtà impegnate nel raggiungimento degli obiettivi del millennio e ha ricevuto un finanziamento di poco meno di 50.000 euro, oltre a 12 mesi di coaching aziendale, utile a fornire le competenze necessarie per crescere nel mercato.

L’azienda prevede inoltre di avviare una vere e propria filiera del riciclo della plastica, fornendo sia la formazione che posti di lavoro (i cosiddetti “green jobs“) ai cittadini locali, riducendo allo stesso tempo i rifiuti dell’area intorno a Gilgil. Secondo le stime, Eco blocks & tiles può arrivare a riciclare 1.200 tonnellate di rifiuti di plastica l’anno entro il 2024.

Last modified: 9 gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *