Grosseto, banchi, sedie e scaffali in plastica rigenerata

Written by | Ambiente, News, Plastica, Riciclo

La prima classe ecocompatibile d’Italia è a Grosseto. L’ufficio Ambiente del Comune ha ideato e avviato la sperimentazione per la sostituzione dell’arredamento scolastico con elementi in materie riciclate. Al rientro dalle vacanze di Natale, sette classi delle scuole medie della città troveranno in aula banchi, sedie e scaffali completamente nuovi ma realizzati con materie rigenerate.

“Siamo orgogliosi di essere i primi in Italia a poter vantare quest’idea” ha commentato il primo cittadino Antonfrancesco Vivarelli Colonna: “I nostri ragazzi capiranno che la plastica può tornare ad avere una nuova vita”.

Gli arredi scolastici sono assemblati con materiale proveniente dalla trasformazione dei rifiuti differenziati fornito da Revet, azienda di Pontedera che raccoglie, seleziona e avvia a riciclo plastiche, alluminio, acciaio, vetro e poliaccoppiati. In questo caso, le plastiche miste con cui sono stati realizzati i nuovi arredi scolastici derivano per lo più dagli imballaggi dei generi alimentari.

“Una corretta raccolta differenziata permette di reimpiegare prodotti che altrimenti andrebbero a incrementare la grande mole dei rifiuti: così facendo si rende concreto il concetto di seconda vita e di rigenerazione. Possiamo quindi parlare di reale attuazione di quella che viene chiamata economia circolare”, spiega Simona Petrucci, assessore all’Ambiente del Comune di Grosseto.

Last modified: 16 dicembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *