L’isola che non c’era: bottiglie di plastica per migliorare l’ambiente

Written by | Ambiente, News, Plastica, Riciclo

Sono passati solo due anni da “The Floating Piers”, la visionaria passeggiata sulle acque del lago di Iseo progettata da Christo, che si sta già verificando un altro miracolo, la “Floating plastic island”.

Sta infatti affiorando la terza isola artificiale del mondo creata con materiale di scarto, e in particolare con 30 mila bottiglie di plastica. Il progetto mira alla creazione di un’isola galleggiante che contribuisce a migliorare l’ambiente, mitiga l’effetto degli inquinanti migliorando l’habitat dei pesci.

Gli studenti del liceo di Lovere hanno quindi lanciato il progetto “L’isola che non c’era” e i lavori di assemblaggio al circolo nautico Bersaglio di Costa Volpino sono ormai in dirittura d’arrivo.

Last modified: 10 luglio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *