Coronavirus: visiere sanitarie con la plastica delle carte di identità

Written by | Ambiente, News, Plastica, Riciclo

Dalle carte d’identità elettroniche alle visiere di protezione per i medici. L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato è un’azienda pubblica che si occupa, tra le altre cose, della produzione e della stampa dei passaporti, dei permessi di soggiorno, degli Euro e della Gazzetta Ufficiale.

Con l’emergenza Covid-19 e il crollo dalle domande di nuove carte d’identità, l’Istituto ha deciso di utilizzare i propri macchinari per produrre un milione di visiere sanitarie da montare sugli occhiali, da donare alla Protezione Civile.

Per realizzare le visiere, è stato modificato il processo produttivo, per utilizzare in modo nuovo il materiale dei documenti d’identità. Alla nuova produzione sono stati destinati un centinaio di dipendenti che prima si occupavano delle etichette per vini e tabacchi.

Last modified: 2 maggio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *